Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

19 novembre 2017

INIZIA IL PRIMO GIUBILEO BLINDATO DELLA STORIA DEL CRISTIANESIMO


Una commozione immensa pervade il cuore dei fedeli in piazza San Pietro e nel mondo .

Al via oggi il primo Giubileo blindato della storia. A San Pietro stop a centurioni e risciò, limitazioni ai bus turistici, stretta su camion bar e venditori ambulanti di souvenir sacri.

A vigilare sull’Anno della Misericordia, inaugurato stamattina da Francesco con l’apertura della Porta Santa (presenti Benedetto XVI e il presidente Sergio Mattarella), 2.500 militari, mille agenti, 900 vigili volontari, 250 telecamere , 140 volanti nelle aree giubilari, 50 moto, 100 autovetture civili. Con uan dotazione di 200 nuovi giubbetti antiproiettile, 1868 computer, 123 postazioni informatiche. Il 30° Giubileo della storia è il primo «dedicato» ad un tema: la misericordia e consente di ottenere l’indulgenza in ogni diocesi del mondo senza dover raggiungere Roma. Il perdono dei peccati si ottiene attraversando la porta santa, confessandosi e facendo la comunione. «La misericordia non è buonismo: non è opera nostra», spiega il segretario di Stato, presentando i percorsi giubilari che portano alla scoperta dei santi Filippo Neri, Rita Da Cascia, Ignazio di Loyola .«La misericordia è la via per la comprensione tra le differenze, aiuta a far scaturire la pace dai conflitti», osserva il cardinale Pietro Parolin.

A fianco alla secolare cerimonia di inaugurazione, insieme alle tecnologie che renderanno San Pietro splendente di luci colorate al led, Roma si appresta a vivere una giornata all’insegna della massima sicurezza, con migliaia di uomini e mezzi utilizzati per garantire uno svolgimento sereno dell’evento. No fly zone, un’area di rispetto attorno al Vaticano e sei zone rosse attorno alle basiliche, compresa un’area di «massima sicurezza» a ridosso di San Pietro con controlli ferrei sui turisti. Reparti speciali, Esercito e Aeronautica con caccia intercettori e radar. Un dispositivo di sicurezza imponente contrassegnato dal codice di «massima allerta».

È anche il primo Giubileo al tempo dell’Isis. L’incertezza internazionale e la paura del terrorismo spaventano i pellegrini e l’indice di fiducia del viaggiatore di Confturismo scende a 59 punti. Un italiano su 3 ha paura viaggiare e ritiene che l’Italia sia al centro dell’attenzione dei terroristi. Secondo l’indagine il bersaglio più probabile sarebbe Roma e per 1 italiano su 2 si potrebbe verificare un attacco per il Giubileo. Accredito online per varcare la Porta Santa. Nel primo Giubileo all’epoca dei social network la prenotazione avviene con un clic e per le visite in basilica si passa prima dal sito, viatico virtuale all’Anno Santo. Sul sito del Giubileo della Misericordia (www.im.va) si trova il modulo per la registrazione dei pellegrini. Così possono partecipare ai “Grandi eventi” dell’Anno Santo e prenotare il pellegrinaggio alla Porta Santa. Ci si può registrare come singoli o come responsabili di un gruppo. I biglietti per tutti gli eventi sono gratuiti.

«Per i pellegrini diretti alla Porta Santa è previsto un tragitto pedonale riservato da Castel Sant’Angelo, percorrendo via della Conciliazione e attraversando Piazza Pio XII e piazza San Pietro», riferisce Radio Vaticana. Per registrarsi basta compilare un modulo suddiviso in sezioni. La prima raccoglie i dati del gruppo o del singolo pellegrino. la seconda serve a inserire i dati anagrafici, poi le informazioni arrivano per e-mail. Inserito un codice di sicurezza e terminata la registrazione, si riceve un link e con una password si entra nell’area riservata in cui si può modificare la propria scheda di registrazione, prenotare il passaggio della Porta Santa di San Pietro e iscriversi ai “Grandi eventi” del Giubileo, cioè anche gli incontri con il Papa

E’ possibile affrontare con serenità l’evento dopo quanto avvenuto a Parigi, dopo questo attacco che ha seminato sangue e paura e che di fatto segna un salto di qualità senza precedenti dell’offensiva jihadista in Europa? Prova a tirare le somme Padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa vaticana,rispondendo a una domanda del tg1:”Dobbiamo essere ben attenti a non farci dominare dalla paura, quello che vogliono i terroristi è seminare il terrore”. Dunque non ci saranno rinvii straordinari e il Giubileo verrà celebrato come da programma. Papa Francesco, ha detto padre Lombardi, ha accolto con sgomento le notizie sugli attacchi terroristici a Parigi e sta seguendo con “costernazione queste terribili notizie. Siamo sconvolti da questa nuova manifestazione di folle violenza terroristica. Si tratta di un attacco alla pace di tutta l’umanità”.

COS’E’ LA MISERICORDIA?

Oggi più che mai la chiesa è chiamata a rinnovare l’impegno che le ha affidato Gesù Cristo : l’evangelizzazione .

In un periodo culturalmente confuso e immerso in una moltiplicazione di parole che diventano anche verità insoddisfacenti , credo che sia necessario narrare la Parola immodificabile che è Cristo Signore Parola di Verità .la Verità e l’umiltà sono strada maestra per la libertà dell’uomo .A ciò va unita la proclamazione della misericordia cioè la testimonianza della solidarietà, della fratellanza come un unguento che ci salva e che fa scorrere con letizia le ruote cigolanti della storia. La misericordia dà libertà, verità, speranza e consolazione.

Emanuela Nicola RIDDINGTON

Tags: , , ,

Rispondi

Altre storie da- Arte e Eventi

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.