Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

23 settembre 2017

Manyavsky skyt: un monastero rianimato


La strada corre oltre i giardini innevati e campi; le cime delle montagne coperte di ghiaccio, rosa nei raggi obliqui del sole invernale, stanno coraggiosamente contro il cielo blu scuro. C’è una valle isolata, chiamato Horhanska, in cui si trova un monastero, come una perla in una conchiglia…..

E’ la zona dei Carpazi ucraini, nella provincia della citta’ di Ivano Frankivski, nella parte occidentale dell’Ucraina….un posto meraviglioso per ammirare quando si visita l’Ucraina.

Il monastero fu fondato nel 1606 da Yov (Gb) Knyahynetsky, un ucraino della piccola città di Tysmenytsya nella terra di Prykarpattya (“sub-carpatica”). Knyahynetsky trascorse venti anni, alla fine del 16 ° secolo nella comunità monastica del Monte Athos, dove aveva preso i voti monastici prima di tornare in Ucraina con una missione di introdurre le regole monastiche del Monte Athos nei monasteri dell’Ucraina occidentale. Ed ha fondato un monastero, Manyavsky skyt  (il termine “skyt” in realtà significa “un piccolo e appartato monastero”).

In epoca sovietica il monastero Manyavsky skyt  fu chiuso e trasformato in una casa di riposo per cosmonauti sovietici, probabilmente perché la skyt era conosciuto come un luogo dove anche un breve soggiorno ripristina la salute e fornisce energia per molte settimane.

Ci fu anche un tentativo da parte delle autorità sovietiche di rendere il Monastero  come  luogo di “festival di canzoni politiche.” Molti furono tenuti presso il Monastero, ma secondo una diceria popolare locale, ogni volta che i cori  cominciavano a cantare canzoni sulla vita di Lenin, e/o sul  partito comunista o “le gloriose conquiste” dell’ Unione Sovietica, il cielo iniziava ad annuvolarsi e presto la pioggia torrenziale avrebbe messo fine al canto patriottico. Per questo i sovietici abbandonarono la zona lasciando il Monastero incustodito.

Quando l’ Ucraina ha riacquistato la sua indipendenza, il Monastero è stato aperto e sette monaci e una dozzina di fratelli laici  risiedono all interno di esso. Uno dei monaci è un americano di origine ucraina di Chicago.

Tags: , , ,

Rispondi

Altre storie da- News

About redazione,

La nostra redazione è composta da un gruppo di pochi giornalisti che compongono le pagine e da un altro gruppo a cui sono affidati compiti di scrittura e riscrittura. In particolare il redattore ordinario stende gli articoli e monitora costantemente le agenzie e l'elaborazione dei pezzi, inoltre modifica e adatta i pezzi altrui (la nostra “cucina”).

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.