Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

26 settembre 2017

Oggi come nel Medioevo. Riapre a Siena lo storico Mercato nel Campo Eccellenze enogastronomiche, manufatti artigianali ed eventi ad hoc per un weekend all’insegna del gusto e del made in Italy


L’evento. Sono oltre 150 i banchi che il prossimo 2 e 3 aprile occuperanno la storica Piazza del Campo, uno dei simboli della città di Siena. A richiamare nella patria del Palio artigiani, mercanti, senesi e turisti da tutto il mondo la rievocazione in chiave moderna del Mercato Grande di epoca medievale. Lo storico mercato che nella Siena del XIII secolo per un giorno alla settimana vendeva frutta, verdura, latticini e selvaggina, spezie e salumi, ma anche tessuti, botti, barili, cesti e altri oggetti di artigianato.

Oggi come allora, la celebre piazza a forma di conchiglia torna ad essere luogo di incontro e di commercio e ad ospitare cuoiai e orafi, ma anche produttori di vino, miele, olio e altre specialità della tradizione senese e non solo. Per una due giorni all’insegna della ri-scoperta del territorio e del buon cibo.

I prodotti. Muovendosi tra i banchi, disposti secondo le logiche di spazio e prodotto vigenti nel Trecento nell’allora Repubblica Senese, il visitatore potrà inseguire gli odori caratteristici e fermarsi ad assaggiare quei prodotti a marchio DOP e IGP che il Bel Paese regala da nord a sud. A partire dalla Toscana e da Siena.


Salumi, formaggi, dolci, ma anche olio, vino, frutta e verdura di stagione. Tra le eccellenze locali spicca la finocchiona: tipico salame toscano così denominato per i semi di finocchio che ne aromatizzano l’impasto, da accompagnare, come vuole la tradizione, con pane casereccio e fave fresche.

Non sono da meno il pecorino toscano e lo zafferano di San Gimignano, mentre tra i dolci si aggiudicano il primato i ricciarelli, i cantucci e il panforte. Inconfondibile il gusto di un altro dei prodotti locali a marchio IGP: il pane “sciocco”, noto per non contemplare tra gli ingredienti dell’impasto il sale. Proprio questa mancanza, che ci riporta indietro nel tempo alle antiche rivalità tra Pisa e Firenze, ne ha fatto uno dei prodotti caratteristici della gastronomia locale.


Ad accompagnare le degustazioni, di banco in banco, le eccellenze vinicole delle Terre di Siena e del resto della Penisola. Dal Brunello di Montalcino al Chianti, dalla Vernaccia di San Gimignano al Vino Nobile di Montepulciano, per restare in zona.

Dalle eccellenze enogastronomiche a quelle manifatturiere. Turisti e non potranno osservare dal vivo gli artigiani di oggi tessere con antichi telai, restaurare mobili o rilegare libri. Potranno acquistare oggetti esclusivi quali volumi di arte e storia locale, ceramiche dipinte a mano, complementi in ferro battuto e gioielli in pietre dure.

Le attività collaterali. Non solo leccornie. Tra lo sguardo vigile di Palazzo Pubblico, la sede del comune, e della Torre del Mangia, uno dei simboli della città, si darà spazio anche ad una serie di attività a tema per conoscere meglio la storia, le tradizioni e i sapori di Siena e dintorni. Show cooking, laboratori e itinerari studiati ad hoc, ma anche attività pensate per i più piccoli si alterneranno nel corso del primo weekend di aprile.

Tra approfondimenti, esibizioni ai fornelli, lezioni di educazione alimentare e spettacoli di musica dal vivo anche Palazzo Pubblico aprirà le porte dell’edificio o meglio quelle del Cortile del Podestà per dare spazio all’evento nell’evento: Vinarte, il salotto del gusto dedicato alle eccellenze vinicole.

Un’occasione da non perdere per degustare le migliori etichette regionali e italiane.

Concetta Prencipe

Tags: , , ,

Rispondi

Altre storie da- Arte e Eventi

About redazione,

La nostra redazione è composta da un gruppo di pochi giornalisti che compongono le pagine e da un altro gruppo a cui sono affidati compiti di scrittura e riscrittura. In particolare il redattore ordinario stende gli articoli e monitora costantemente le agenzie e l'elaborazione dei pezzi, inoltre modifica e adatta i pezzi altrui (la nostra “cucina”).

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.