Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

19 novembre 2017

La lotta contro la corruzione


La rivoluzione ucraina ha inveito contro un sistema corrotto e corrosivo in cui gli oligarchi e i politici collusi saccheggiavano le casse del settore pubblico; ma l’obiettivo della rivolta non era semplicemente quello d’abbattere il vecchio regime, era di costruire sistemi funzionanti e istituzioni sulla base di principi di governo realmente aperti.

Questo è il motivo per cui, in una nazione considerata da molti come la più corrotta d’Europa, la riforma del processo degli appalti pubblici è diventata una priorità assoluta. Le spese per le necessità del governo, con beni e servizi da privati e società, sono il primario rischio di corruzione per la maggior parte dei governi, proprio per le dimensioni dei flussi di denaro in questione. I contratti governativi in ​​Ucraina ammontano a circa 10 miliardi di dollari all’anno, ma nonostante una fiorente scena di start-up, le piccole imprese non hanno praticamente alcuna possibilità di penetrare in un sistema dominato dai compari e da potenti interessi. Allo stesso tempo, il conflitto nella zona est del paese, fa ottenere al governo un buon rapporto qualità-prezzo.
La necessità di una riforma degli appalti può essere vista ovunque. Per esempio, le frodi in materia di appalti pubblici sono molto diffuse nel settore medico. Società anonime estere di comodo vengono spesso utilizzate per ricavare denaro dai vaccini e farmaci, mentre gli ospedali sono colpiti da esagerati contratti d’attrezzature che costano decine di migliaia di dollari in più del loro valore reale.eng

Con il supporto di un piccolo gruppo di esperti, diverse centinaia di attivisti della società civile e di esperti in materia di appalti hanno formato un partenariato pubblico-privato per garantire che le scarse risorse del paese fossero ben spese. L’iniziativa è stata chiamata per un gioco di parole, ProZorro in cui c’è la parola ucraina che significa trasparenza e Zorro, l’impavido spadacino che combatteva i tirannici funzionari in California.
Il progetto lanciato come pilota nel febbraio 2015, utilizza come fonte dei dati e come strumento di analisi dei contratti l’organizzazione internazionale Open. Tutte le informazioni relative agli appalti pubblici (piani annuali, bandi di gara, le offerte, le decisioni dei comitati di valutazione, contratti, ecc) sono oggi liberamente accessibili on-line. Inoltre, il progetto ha sviluppato nuovi strumenti, comprese le aste anonime per aiutare il governo ad ottenere condizioni migliori, e sistemi di feedback per la gestione dei chiarimenti e reclami.

“Gli occhi su tutto” è il motto della piattaforma. ProZorro ha sviluppato uno strumento per monitorare le prestazioni e le analisi dell’intero sistema utilizzando i dati aperti. I risultati sono stati impressionanti: nei primi 12 mesi, ProZorro ha elaborato oltre 46.000 offerte per 300 milioni di dollari di beni e servizi. Non solo ha fatto questo apertamente e in modo equo, ma ha anche contribuito a salvare una media del 13 per cento delle spese preventivate. È importante sottolineare che il numero delle aziende che hanno partecipato alle offerte è passato da una media del 2,1 a oltre il 2,8.

Il 17 febbraio 2016, con il successo del progetto pilota, il presidente Poroshenko ha firmato una nuova legge sugli appalti pubblici, dando alla piattaforma ProZorro l’incarico di controllare tutte le amministrazioni e i trasferimenti di denaro dalla società civile al governo. Le autorità centrali e le imprese statali adotteranno tutte ProZorro a partire dal mese di aprile, mentre i comuni si adegueranno con il mese di agosto. Una volta che lo spostamento sarà definito e completo, gli appalti pubblici della scura Ucraina di epoca sovietica con le sue pile di carta ingiallita, diventeranno un ricordo del passato.
Un partenariato, tra governo, aziende, tecnologi e gli avvocati della società civile che lavorano per favorire l’apertura, l’innovazione e il supporto tecnico del pubblico, fornirà alla squadra ProZorro la pubblicazione dei dati dei contraenti e una mappatura tipica del sistema europeo, Tender Electronic Daily.

Il team ProZorro sarà impegnato direttamente nel plasmare lo standard durante il processo di creazione, fornendo un chiaro caso d’utilizzo che lo porterà a livello delle migliori pratiche a livello mondiale. L’obiettivo sarà ora di spostarsi verso l’espansione del sistema, lo sviluppo di strumenti per la raccolta di bandiere rosse sulla corruzione e sostenere l’integrazione dei dati con valori di bilancio e di tesoreria.
L’Ucraina è ancora in piena corruzione, il che mette questi progressi a rischio; (proprio di recente, il ministro dello sviluppo economico e del commercio si è dimesso nel corso di interferenze politiche); ma con gli standard aziendali, una piattaforma aperta e una genuina collaborazione tra governo, società civile e imprese, questa storia di successo potrebbe finalmente cominciare a trasformare la cultura della corruzione in Ucraina.

Come Igor Zvyahintsev, il proprietario di una piccola azienda locale di giornali, ha riferito dopo che la sua ditta ha vinto il suo primo contratto utilizzando ProZorro: “Eravamo preoccupati degli appalti pubblici, data la storia della corruzione ucraina, ma siamo la prova vivente che le regole stanno cambiando”.

Tags: , , ,

Una Risposta “La lotta contro la corruzione”

Rispondi

Altre storie da- News

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.