Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

25 settembre 2017

Ucraina: dimissioni del primo ministro Arseniy Yatsenyuk


Il primo ministro Arseniy Yatsenyuk si è dimesso dal suo incarico aprendo la strada ad un nuovo governo.
Dopo mesi di disordini politici, domenica, il primo ministro ucraino Arseniy Yatsenyuk, ha annunciato, durante un discorso televisivo, che martedì 12 aprile avrebbe presentato la sua decisione al parlamento.
I have taken the decision to resign as Prime Minister of Ukraine. On Tuesday, April 12 my request will be submitted to the Parliament
— Arseniy Yatsenyuk (@Yatsenyuk_AP) April 10, 2016

Yatsenyuk era sopravvissuto ad un mozione di sfiducia del suo governo pro-UE il 16 febbraio, ma subito dopo la votazione parlamentare, togliendo i numeri necessari per una normale gestione governativa, due partiti della coalizione sono usciti dalla maggioranza.
Il 16 febbraio 2016, il presidente ucraino Petro Poroshenko, dopo che gli indici di gradimento del primo ministro erano scesi ad una sola cifra, gli aveva chiesto di dimettersi.
Durante il suo discorso, poi riportato nei punti salienti su Twitter, Yatsenyuk ha spiegato che il partito politico Bloc di Poroschenko dovrebbe nominare al suo posto il presidente del parlamento, Volodymyr Groysman.nknznqna2pmi2xoezqd2

The BPP has nominated V.Groysman to the post of PM. Having done all to ensure stability, I declare my decision to transfer the responsibil-s
— Arseniy Yatsenyuk (@Yatsenyuk_AP) April 10, 2016
Il primo ministro ha poi continuato affermando che i suoi obiettivi nel governo ora si concentreranno sul passaggio di una nuova legge elettorale, la riforma costituzionale, la riforma giudiziaria e il proseguimento del percorso euro-atlantico.
As of today my goals are broader: new electoral law, Constitutional reform, Judicial reform, Ukraine’s membership in the EU and NATO
— Arseniy Yatsenyuk (@Yatsenyuk_AP) April 10, 2016

Yatsenyuk è diventato primo ministro nel 2014, poco dopo che le proteste in Ucraina erano riuscite a spodestare l’ex presidente Viktor Yanukovich. In una delle numerose risse parlamentari Yatsenyuk era stato anche sollevato di peso dalla tribuna del parlamento.
Il governo ucraino non è riuscito a combattere la corruzione endemica, clientelismo e i potenti oligarchi, causando sia nel pubblico che nei sostenitori occidentali del paese molta perdita di fiducia.
L’Europa e gli Stati Uniti hanno spesso chiesto d’imporre le riforme se il paese vuole ricevere i tanto necessari aiuti finanziari internazionali. Se il Parlamento non riesce a formare un nuovo governo di coalizione e concordare un nuovo primo ministro, il paese potrebbe andare incontro ad elezioni anticipate, qualcosa che Poroshenko e i sostenitori occidentali, in mezzo alle preoccupazioni che potrebbero rallentare le riforme e portare ad un’ulteriore instabilità, hanno sempre cercato di evitare.

Tags: , , ,

Rispondi

Altre storie da- News

About Bedris,

Lituano di nascita, culturalmente cresciuto in Lituania, Italia e America. Dopo un lungo periodo di professione forense, ho deciso di dedicarmi al giornalismo. La nuova professione la intendo libera da paletti idelogici, essenziale e aperta a condividere le conoscenze con chi legge. Collaboro con alcune testate e scrivo su un mio blog.

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.