Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

24 settembre 2017

IL PREZZO DELLA BELLEZZA


La bellezza, un’ossessione. Rinunce, fatiche, soldi – i quali non sembrano essere un problema se il risultato è la bellezza – ma anche tanta sofferenza.

Come un vecchio detto ribadisce “Per chi bella vuole apparire, un poco deve soffrire”; la sofferenza a volte è letale. Qual’è il giusto prezzo da pagare per essere belli?

Raquel Santos, modella e madre di due bambini si era sottoposta ad un intervento per rimuovere i segni della risata attorno alle labbra e perse la vita durante l’intervento stesso.

Secondo il chirurgo plastico la giovane donna faceva uso di steroidi anabolizzanti quelli, secondo taluni, usati per i cavalli. Il mix tra l’anestesia e gli steroidi avrebbe portato Raquel all’arresto cardiaco.

Wang Bei, è un cantante cinese che a soli 24 anni ha perso la vita dopo un’operazione di chirurgia plastica: la giovane, voleva ridurre l’osso mascellare, ma è deceduta durante l’intervento.

All’appello non mancano gli uomini, tra cui Juan Manuel Sanchez, un ragazzo di origine messicana, che si era iniettato olio da cucina nei pettorali per aumentarne il volume, impressionare i giudici e vincere una gara di bellezza. I medici hanno spiegato che l’olio ha intaccato i polmoni e il cervello e il corpo ha reagito con un violento rigetto fino al collasso, che l’ha ucciso.

L’ossessione estetica deve avere un prezzo così alto? Questi sono solo alcuni esempi d’ossessione per la bellezza e per la giovinezza eterna finiti in tragedia. Il modello di un corpo socialmente utile lascia spazio alle più disparate modalità per ottenerlo.

Rispecchiare i canoni estetici vigenti, sembra essere la modalità per essere rispettati ed apprezzati. “Volevo essere magra per essere accettata da tutti” racconta Elle Lietzow, una ragazza australiana che all’età di 19 anni rischiò di morire nel disperato tentativo di dimagrire. Sotto accusa la mania di bellezza, oramai spasmodica.

Tassount Zouhra

Tags: , , ,

Rispondi

Altre storie da- Cultura, storia

About redazione,

La nostra redazione è composta da un gruppo di pochi giornalisti che compongono le pagine e da un altro gruppo a cui sono affidati compiti di scrittura e riscrittura. In particolare il redattore ordinario stende gli articoli e monitora costantemente le agenzie e l'elaborazione dei pezzi, inoltre modifica e adatta i pezzi altrui (la nostra “cucina”).

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.