Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

19 novembre 2017

Obbligazione ucraina: Mosca accetta un nuova data


La Russia, per il debito di 3 miliardi di dollari ucraino, ha concesso a Kiev più tempo per presentare la sua difesa presso il tribunale britannico, hanno reso noto venerdì i funzionari delle due parti coinvolte.

La Russia, nel mese di febbraio, ha intentato una causa contro l’Ucraina presso l’Alta Corte di Londra chiedendo la restituzione di 3 miliardi di dollari di un Eurobond maturato il 20 di dicembre 2015 e rimasto insoluto; anche se l’Ucraina insiste che la Russia debba accettare i termini di una ristrutturazione concordata con gli altri creditori esteri.
La Russia, che lunedì aveva respinto la richiesta ucraina di poter spostare la data di presentazione dei documenti, ha aderito alla richiesta venerdì.
– La Russia tardivamente ha concesso del tempo supplementare all’Ucraina – ha pubblicato in un comunicato il ministero delle finanze ucraino – è gradevole percepire che la Russia ha finalmente visto del senso su questo tema ed ha evitato alla Corte delle perdite di tempo per trattare una questione che la Russia era destinata a perdere.

A7GMt252L33ITEmeNw8ZpNIntEyxnJtg

Da parte sua il ministro delle finanze russo Anton Siluanov ha spiegato che Mosca stava dando al nuovo governo ucraino un’ulteriore possibilità.
– Abbiamo dato al nuovo governo ucraino del tempo supplementare di modo che Kiev possa valutare la situazione in modo sobrio, rivedere le posizioni espresse in precedenza e iniziare in buona fede dei negoziati con la Russia – ha scritto Siluanov sul sito del governo russo.
Le procedure inglesi su questo tema prevedono che questa estensione sia quella definitiva e che non ci possano essere ulteriori ritardi per dare inizio alla discussione.
L’azione legale è un altro pomo della discordia tra gli ex alleati, i cui rapporti sono ad un minimo storico dopo l’annessione russa della penisola di Crimea e il costoso conflitto separatista filo-russo in Ucraina orientale.
In origine, l’Ucraina aveva tempo fino al 19 marzo per presentare la sua difesa, anche se le era stata concessa una proroga fino al 16 aprile, ora ha chiesto una seconda estensione fino al 27 maggio.

L’Eurobond in questione è stato rilasciato dal governo dell’ex presidente Viktor Yanukovich appena due mesi prima di fuggire in Russia tra sanguinose proteste di strada scatenatesi perché l’ex presidente cercava d’impedire all’Ucraina l’integrazione europea in favore di legami più stretti con la Russia.
L’Ucraina alla scadenza, ha rifiutato di rimborsare il prestito obbligazionario, in quanto secondo Kiev, è parte del debito estero, quindi destinato al programma di ristrutturazione che l’Ucraina ha discusso e ottenuto con tutti i suoi debitori esteri, Mosca invece, insiste che il legame sia un debito sovrano e non debba essere considerato parte dell’accordo.

Tags: , , , ,

Rispondi

Altre storie da- News

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.