Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

24 settembre 2017

L’angolo delle INTERVISTE : La fotografia come arte. Intervista al fotografo ucraino Maxym Kozmenko


Ho incontrato Maxym Kozmenko in un giorno qualunque in citta’. Un talentuoso fotografo professionista stabile nella città di Chernivtsi (Ucraina) e gli ho fatto un paio di domande. Un ragazzo serio e di grande cultura che parla molto bene oltre le lingue ucraino e russo, anche perfettamente la lingua inglese.

Maxym Kozmenko

Vive da sempre nella città e, che conosce tutti i suoi risvolti e che percepisce in modo profondamente personale, avendone assorbito lo spirito ed i cambiamenti negli anni, ed avendo maturato la capacità di osservare con distacco ed ironia anche gli aspetti più particolari.

Maxym Kozmenko

Una persona molto scrupolosa nel suo lavoro ed anche molto apprezzata nel suo ambiente per la sua passione, originalita’ e creativita’.

Molte le sue collaborazioni professionali all’interno di vari progetti socio-culturali delle istituzioni locali. Un vero professionista del “clik”. Una delle tante belle persone conosciute a Chernivtsi che ha arricchito la mia esperienza in questo magnifico Paese.

Maxym Kozmenko

 

Ciao Maxym, quando e come hai scoperto la fotografia?

Ho scoperto la fotografia d’arte molto presto. Era il tempo di film e camere oscure. Mio padre creo’ all’epoca, una piccola camera oscura a casa e ha cercato di insegnare a me e a mio fratello i primi passi nel campo della fotografia. Allora ero solo un semplice fotografo amatoriale. E proprio mio padre mi ha fatto conoscere tutta la magia che la fotografie offre. Quando ho avuto la mia prima macchina fotografica, era una macchina economica, una Kodak con un pulsante per la ripresa e uno per il flash, ho fotografato la maggior parte della mia famiglia, la casa, i luoghi nativi. E lo facevo per puro divertimento , perche’ allora era molto costoso farlo professionalmente e con attrezzature adeguate. Con l’avvento della rivoluzione tecnologica ho scoperto la fotografia digitale ed e’ tornato in me la passione che avevo da bambino. Da 6 / 7 anni lo faccio professionalmente.

Ricordi la tua prima foto? 

La mia prima foto che ho fatto con la vecchia macchina fotografica Chaika e BW film. Avevo circa 3 o 4 anni. Mi ricordo, mio padre mi ha dato una macchina fotografica e mi disse di fotografare lui, con la madre e il fratello. Ma, purtroppo, durante lo sviluppo della pellicola la foto non venne bene.

Cosa rappresenta per te la fotografia in termini emotivi e pratici?

Io cerco di nascondere le mie emozioni quando sto fotografando. Voglio mostrare il vero momento , nella sua purezza e obiettivita’. Naturalmente, la fotografia è una grande manipolazione. Ogni persona mette le proprie caratteristiche durante l’immagine. Se lui o lei piace il contesto della situazione, si otterra’ un immagine positiva. In caso contrario, sarà mostrata negativamente. Ma io voglio mostrare quei lati caratteristici che le persone non sempre richiedono. Questo è il mio obiettivo.

Cosa ti piace del tuo lavoro

Nel mio lavoro io preferisco esclusività. Catturare il momento che nessuno vede. Per essere il cronista della realtà.

Che genere di fotografia preferisci

Ho iniziato con le belle arti. Anche ora sono appassionato di paesaggi e architettura. Ma soprattutto mi appassiona documentare con l’immagine, arte di strada, reportage e talvolta paesaggi urbani.

Immaginiamo che ci sia una citta’ una regione, un posto che continueresti a fotografare all’nfinito senza stancarti mai. Puoi dirci quale e’ e perche’

Ogni città ha un’anima. Quest’ anima può essere vista in diversi dettagli, momenti abituali. L’obiettivo principale della fotografia e’ trovare questi dettagli e catturare questi momenti. Ogni città o luogo possono essere fotografati infinitamente.

Scene che ti sono rimaste impresse e che non hai dimenticato

Scene con una grande storia non saranno mai dimenticati. Così come le emozioni della gente.

Alcuni fotografi preferiscono soggetti ad altri: animali, esseri umani, paesaggi, torte o oggetti di arredo. Ci descivi del tuo lavoro e quali sono i soggetti che istintivamente ritrai piu’spesso.

Mi piace girare le scene multi-soggetto, con contenuto simbolico e con profondo significato. Voglio che la gente ricordi guardando le mie opere.

Ci racconti la tua esperienza con la fotografia per la citta’ di Chernivtsi.

Io vivo a Chernivtsi dalla nascita. A volte sembra conosca ogni luogo di essa, ogni pietra sulla strada. Ma quando guardo attentamente gli edifici ben noti con uno sguardo diverso, con altra luce, capisco che posso scoprire ancora tante altre verita’. Riprendere i momenti di vita quotidiana tra le persone e mostrare attraverso il mio obiettivo l’immagine della città di Chernivtsi.

Di seguito una serie di “scatti” di Maxym Kozmenko realizzati in citta’, secondo un suo punto di vista artistico e creativo. [ Tutte le immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko ]

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko 4

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko 5

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko 6

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko 7

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko 8

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko 9

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko 16

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

immagini di proprietà di © Maxym Kozmenko

 

Grazie Maxym per averci aperto la porta del tuo mondo e averci dato qualche consiglio, non si smette mai di imparare. Se siete anche voi incuriositi e volete saperne di più, andate a dare un’occhiata alla pagina Facebook di Maxym Kozmenko. dove troverete tutti i suoi contatti e le sue immagini artistiche e i suoi reportage.

Maxym Kozmenko : https://www.facebook.com/maxym.kozmenko?fref=ts

 

Tags: , ,

Rispondi

Altre storie da- L'angolo delle interviste

About redazione,

La nostra redazione è composta da un gruppo di pochi giornalisti che compongono le pagine e da un altro gruppo a cui sono affidati compiti di scrittura e riscrittura. In particolare il redattore ordinario stende gli articoli e monitora costantemente le agenzie e l'elaborazione dei pezzi, inoltre modifica e adatta i pezzi altrui (la nostra “cucina”).

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.