Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

23 settembre 2017

La Germania ospita i nuovi colloqui sulla crisi ucraina


Sabato, il ministro degli esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier, ha reso noto che, per appianare le differenze tra Mosca e Kiev, ha invitato formalmente i suoi omologhi russi, ucraini e francesi per dei colloqui a Berlino da tenersi l’11 maggio.
È necessario dare nuovo slancio [agli sforzi] per superare gli ostacoli tra Kiev e Mosca – ha riferito Steinmeier nei commenti apparsi su molti giornali europei – Questo è il motivo per cui ho organizzato un incontro con i ministri degli esteri. . . l’11 maggio a Berlino – ha esternato il ministro tedesco due giorni dopo che il ministro degli esteri ucraino, Vadym Prystaiko, gli aveva suggerito questa necessità.

Circa 9.500 persone sono morte e più di 22.000 sono state ferite da quando è scoppiata la rivolta filo russa nella parte orientale dell’Ucraina.
Nonostante una serie di accordi di tregua, le due parti, per le continue intemperanze della parte russa, non sono mai riuscite a raggiungere una sistemazione di riconciliazione politica.
Steinmeier ha sostenuto che i colloqui di Berlino sono una preparazione alle elezioni locali in Ucraina orientale, con “proposte concrete sul tavolo” a fianco di “interessanti proposte di ri-stabilizzazione”dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OCSE), di cui il ministro degli esteri tedesco ne è presidente di turno.
Ma Steinmeier ha anche avvertito che, con una tregua così fragile, ci sarà ancora molto tempo da perdere per trovare una soluzione diplomatica.
vadym-prystaiko
Sabato, Kiev ha segnalato che due soldati ucraini erano stati uccisi in nuovi scontri tra le forze governative e i ribelli filo-russi, anche se era già entrata in vigore una nuova tregua.
Come risultato delle ostilità, nelle ultime 24 ore due soldati ucraini sono stati uccisi e altri quattro feriti – ha detto ai giornalisti il portavoce militare ucraino, Andriy Lysenko.
Gli ultimi omicidi sono arrivati poche ore dopo che era entrata in vigore una nuova tregua concordata nella capitale bielorussa: Minsk.

Tags: , , , ,

Rispondi

Altre storie da- News

About Bedris,

Lituano di nascita, culturalmente cresciuto in Lituania, Italia e America. Dopo un lungo periodo di professione forense, ho deciso di dedicarmi al giornalismo. La nuova professione la intendo libera da paletti idelogici, essenziale e aperta a condividere le conoscenze con chi legge. Collaboro con alcune testate e scrivo su un mio blog.

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.