Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

19 novembre 2017

Ucraina: il FMI detta i termini per il sostegno finanziario


Il Fondo monetario internazionale ha illustrato all’Ucraina le politiche di riforma, che dovranno essere implementate per ricevere nel mese di luglio la terza tranche, a lungo rimandata, degli aiuti finanziari del programma di salvataggio di 17, 5 miliardi di dollari.
La scorsa settimana, una missione del FMI ha visitato Kiev per valutare gli sforzi compiuti nella lotta contro la corruzione e nel rinnovamento dell’economia devastata dalla guerra, programmi che erano stati interrotti per mesi di turbolenze politiche e un rimpasto della leadership filo-occidentale.

1462442487_228675

Il capo missione Ron van Rood, s’è reso consapevole che erano stati fatti notevoli progressi per ripristinare la stabilità, ma ha sottolineato che il governo doveva aumentare gli sforzi nei settori della trasparenza e nello stato di diritto.
A conclusione della visita, per continuare le discussioni della seconda revisione sotto la disposizione Fund Facility (EFF), Ron van Rooden, il capo missione per l’Ucraina, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “La missione ha raggiunto un accordo a livello personale con le autorità sulle politiche necessarie per completare il secondo riesame nell’ambito dell’EEF, soggette all’approvazione della gestione del FMI e del comitato esecutivo. L’Ucraina, nel corso dell’ultimo anno e in circostanze difficili, ha compiuto notevoli progressi nel ripristino della stabilità macroeconomica. La velocità d’attuazione delle riforme strutturali e istituzionali è ormai fondamentale per trasformare la recente ripresa in una sostenibile forte crescita, sta emergendo che la determinazione nella lotta contro la corruzione venga usata dal governo come una cartina di tornasole per mantenersi un ampio consenso nazionale e internazionale. È quindi importante che le autorità aumentino i loro sforzi per radicare la stabilità fiscale e finanziaria, migliorino decisamente la trasparenza, lo stato di diritto e la riforma nel settore delle grandi e inefficienti imprese statali. L’attuazione di misure forti in questi settori apriranno la strada per un esame del comitato esecutivo del FMI, previsto per il mese di luglio 2016”.

I sostenitori occidentali dell’Ucraina, inclusi gli Stati Uniti, dopo un grande rimpasto del gabinetto formatosi dalla rivolta pro-europa nel 2014, hanno espresso un prudente sostegno per il nuovo governo che è stato costituito nel mese di aprile.
La terza tranche di prestiti del FMI, del valore di 1,7 miliardi di dollari, è stata ritardata dallo scorso ottobre per le continue lotte intestine politiche ucraine.

Tags: , , ,

Rispondi

Altre storie da- News

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.