Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

25 settembre 2017

L’Ucraina non vuole Gorbaciov


Kiev, dopo che l’ex leader sovietico Mikhail Gorbaciov, ha affermato che con la Crimea avrebbe agito come ha fatto Putin – cioè annettendola – gli ha vietato l’ingresso in Ucraina per cinque anni.
L’ottancinquenne ex-capo di Stato è stato inserito nella lista nera “degli interessi della sicurezza dello Stato”, in particolare per i pubblici commenti fatti sulla questione Crimea, ha reso noto il portavoce ucraino dei servizi di sicurezza, Olena Gitlyanska.

Gorbaciov, che ha servito come ultimo presidente dell’Unione Sovietica fino alla sua disgregazione nel 1991, ha vinto anche il Premio Nobel per la Pace nel 1990.
Anche se generalmente critica l’attuale presidente russo Vladimir Putin, Gorbaciov ha più volte parlato a sostegno dell’annessione russa della Crimea nel 2014, e ha condannato la crescente presenza NATO in Europa orientale.
Domenica, l’ex presidente ha affermato che di “fronte ad una situazione simile avrebbe fatto ciò che sta facendo Putin”.
Sono sempre con la libera volontà del popolo, e la maggior parte degli abitanti della Crimea voleva ricongiungersi con la Russia – ha detto durante un’intervista con l’inglese “Sunday Time”.
Subito dopo la pubblicazione, Anton Gerashchenko, il consulente del ministero degli interni ucraino, ha esortato per il divieto d’ingresso a Gorbaciov.

1415459080900_wps_64_Former_President_of_the_S

È vero, non ha nessuna intenzione di venire in Ucraina, ma abbiamo bisogno di rendere pubblico il nostro atteggiamento su tali questioni oltre che informare la gente della verità – ha spiegato Gerashchenko.
Gorbaciov da parte sua, ha risposto di non avere nessuna intenzione di visitare l’Ucraina.
Bene, io non ci andrò, non voglio andarci – ha sottolineato alla televisione di stato russa.
In una dichiarazione separata, ha aggiunto che non era interessato al commento dei “media”.

Infatti, mi sono concentrato sulla mia attività, e vorrei continuare a farlo, senza prestare attenzione a eventuali esplosioni dei media che mi rovinano lo spirito – ha sostenuto con l’agenzia russa Interfax.
Kiev, dall’inizio della crisi Ucraina, ben conoscendo le modalità che usa la propaganda russa per rendere “utili idioti” le persone, ha vietato ad una serie di politici e celebrità d’entrare nel paese, tra i nomi della lista nera figurano, l’ex primo ministro italiano Silvio Berlusconi, l’attore Gerard Depardie, Limp Bizkit, Fred Durst e la leggenda del pugilato Roy Jones.

Tags: , ,

Rispondi

Altre storie da- News

About Bedris,

Lituano di nascita, culturalmente cresciuto in Lituania, Italia e America. Dopo un lungo periodo di professione forense, ho deciso di dedicarmi al giornalismo. La nuova professione la intendo libera da paletti idelogici, essenziale e aperta a condividere le conoscenze con chi legge. Collaboro con alcune testate e scrivo su un mio blog.

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.