Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

22 novembre 2017

Cinque soldati ucraini uccisi dagli attacchi filo-russi


Cinque soldati dell’esercito ucraino sono stati uccisi nella dilaniata parte orientale del paese; crescono le preoccupazione di un peggioramento della situazione.
Il cessate il fuoco in Ucraina, quando cinque soldati sono stati uccisi e almeno altri 6 sono stati feriti dai separatisti filo-russi nel corso delle 24 ore di domenica. si è ulteriormente incrinato. Il rapporto segnala il secondo giorno più letale di quest’anno per i militari, dopo che sette soldati ucraini erano stati uccisi martedì scorso.

Secondo il portavoce militare Oleksandr Motuzyanyk, la città di Avdiyivka, che è controllata dal governo, vede la sua parte nord in mano ai ribelli della autoproclamata “Repubblica Popolare di Donetsk”, e rappresenta uno dei punti più caldi dei recenti episodi di violenza.

oleksandr-motuzyanyk-militant-groups-violate-minsk-agreements-fired-from-heavy-weapons-17-times-yesterday-105151

Il conflitto è iniziato nell’inverno del 2014 in seguito alla fuga del presidente Viktor Yanukovich e la successiva annessione russa della Crimea; sono stati firmati due cessate il fuoco, ma la violenza tra le parti non si è mai quietata. La scorsa settimana è avvenuta la liberazione del pilota ucraino, Nadiya Savchenko, come parte di uno scambio con due soldati russi; gli osservatori speravano che il rilascio di Savchenko – diventato un simbolo dell’oppressione russa in Ucraina – desse inizio ad un periodo di pace, ma non sembra che si stia avverando.

Tags: , ,

Rispondi

Altre storie da- News

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.