Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

19 novembre 2017

DALLA QUARTA ALLA MATURITA’


La scuola è finita e gli studenti che hanno appena terminto la quinta superiore si stanno preparando alla tanto attesa maturità. Ma non sono gli unici, ci sono anche i cosidetti, “abbreviatari“, coloro che accederanno agli esami di Stato un anno prima, coloro hanno frequentato la quarta superiore. I requisiti non sono facili, ma nemmeno irrangiungibili, eppure che tentano quest’impresa ce ne sono pochi. Tra i requisiti: una pagella contrassegnata da tutti 7 in tutte le materie al secondo e terzo anno, trasformato in 8 al quarto ed ultimo anno. Uno sconto per merito in termini di tempistiche. A Milano quest’anno, a tentar l’impresa sono due stati due studenti: Tooba Aman e Paolo Bozzini. L’ufficio scolastico di Religione di Milano sostiene che il numero limitato di studenti “abbreviatari” non significhi mancanza di preparazione. Il programma di quarta e quinta, quando si decide di fare un tale esame, viene accumulato e il progetto richiede organizzazione e tempo.

image

Gli studenti che ci provano all’ultimo momento, infatti, si trovano spesso a dover rinunciare. Molte volte sono gli insegnanti ad indirizzare i giovani, ma mancano tuttavia gli studenti che volontariamente decidono d’abbreviare i tempi. Tra questi ricordiamo Federico Braga, che l’anno scorso dopo aver frequentato un campo estivo alla Harvard University ha deciso, al suo ritorno in Italia, di terminare il prima possibile gli studi superiori per intraprendere quelli universitari negli Usa. Egli dopo aver fatto un esame generale ha proceduto all’iscrizione alle università americane ed è stato ammesso. In Italia però, gli mancavano ancora due anni per terminare il liceo scientifico e poter poi accedere alla maturità, che gli avrebbe permesso d’iscriversi definitivamente all’università; ma Federico ha chiesto l’ammissione di presentarsi all’esame di Stato per merito un anno prima, ed è stato ammesso perché rispettava pienamente i requisiti richiesti.

Un giovane a cui le capacità di certo non mancano dato che, come certifica l’Aostap di Genova, ha ricevuto 148 nella graduatoria del Q.I, quando, come ben si sa, la media nel mondo ha un range che oscilla tra l’85 e il 115. É un nuovo genio che sicuramente potrà affrontare la sfida di partire per l’oltreoceano dove il mondo universitario lo sta aspettando. Chissà che in breve non si laurei!

Zouhra Tassount

Tags: , , ,

Rispondi

Altre storie da- Cultura, storia

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.