Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

19 novembre 2017

Le lotte richiamano le attenzioni fuori dal campo


I memorabili obiettivi dei Campionati Europei sono stati oscurati dalle inquietanti scene di violenza esplose in più città francesi che hanno portato, la polizia a chiedere maggiori risorse, gli organizzatori del torneo ad aprire un procedimento disciplinare e il governo francese ad indire un divieto di vendita di alcolici vicino agli stadi per tutta la durata della manifestazione.

Lo scontro più sconcertante è arrivato nella tarda serata di sabato a Marsiglia, nel sud della Francia, quando i fan russi, subito dopo la fine dell’incontro di calcio finito 1-1, hanno in massa preso d’assalto le sezioni dello stadio piene di tifosi inglesi; la mischia di sabato però, era stata preceduta da alcuni giorni di violenza che avevano visto coinvolti entrambi i gruppi di tifosi, i residenti locali e la polizia. Altri scontri sono stati ripresi anche domenica sera tra i sostenitori delle nazionali tedesca e ucraina, allo Stade Pierre-Mauroy appena fuori Lille; incontro finito con la vittoria della Germania per 2-0.
Mentre la violenza dei supporters non era la principale preoccupazione di questo torneo – rimane alta la tensione per il terrorismo, intensificata dagli attentati di Parigi nel mese di novembre – la brutale natura dei combattimenti ha costretto le agenzie nazionali e i funzionari di calcio a rimescolare le modalità di controllo.

NINTCHDBPICT000243717348

L’UEFA, che governa il calcio europeo, ha espresso il suo “disgusto” verso la lotta che ha coinvolto i fan russi e inglesi e ha minacciato punizioni, con la ventilata ipotesi, nel caso in cui le azioni violente si dovessero ripetere, di squalificare le rispettive squadre dal torneo.
Il video della lotta di Marsiglia è sorprendente: nello stesso momento in cui si odono i tre fischi finali dell’incontro, un mare di fan dalla sezione russa, ha invaso il settore inglese mentre gli steward hanno vanamente cercato d’intervenire. Molti dei tifosi russi avevano il viso coperto da sciarpe o camicie, mentre altri indossavano un mix di guanti di arti marziali. Almeno un russo, forse due, hanno usato una pistola lanciarazzi durante la rissa.
Alcuni tifosi inglesi hanno cercato di rispondere all’attacco, altri si sono dati alla fuga, o hanno cercato semplicemente di proteggere se stessi o i bambini che erano presenti. Più di 40 persone sono rimaste ferite durante il confronto, ha riferito la polizia, con un sostenitore inglese ricoverato in gravi condizioni in ospedale.

Vitaly Mutko, il ministro dello sport russo e un alto dirigente della FIFA, l’organizzazione che sovrintende il calcio mondiale, hanno inizialmente cercato di minimizzare le azioni, sostenendo che “va tutto bene”. In seguito, però, hanno riconosciuto la gravità della situazione e hanno dichiarato: “è chiaro che alcune persone non sono venute qui per guardare il calcio. Si sono coperte il volto e poi hanno portato vergogna sul loro paese”.
Questa non è la prima volta che i russi sono coinvolti in azioni di guerriglia legate ad avvenimenti sportivi. Mosca è stata disciplinata dopo i disordini dei suoi fan ai campionati europei 2012 – “sono stati puniti più volte per violenza, così come per comportamenti razzisti” – la nota è particolarmente interessante perché la Russia è stata scelta per ospitare la Coppa del Mondo 2018.

Dopo che la lotta è stata sedata, l’UEFA in una nota, ha fatto sapere che avrebbe aperto un’inchiesta per determinare se la federazione di calcio russa potesse essere ritenuta responsabile “di omesso controllo dei suoi tifosi”. I risultati di tale inchiesta dovrebbero essere resi pubblici martedì 14 giugno.
La federazione inglese non è sotto inchiesta; ma i suoi fan non sono esenti da colpe, ha sostenuto la polizia francese. Mentre la competenza UEFA è limitata ai soli problemi dentro lo stadio, molti tifosi inglesi sono stati arrestati dalle autorità dopo una serie di scontri nel centro della città nei giorni e notti pre-partita con la Russia. Le forze dell’ordine in alcuni combattimenti con i tifosi hanno fatto uso dei gas lacrimogeni.
Anche se non come intensità, i video degli scontri tra i fan tedeschi e ucraini di domenica sono stati stridenti allo stesso modo. L’atmosfera a Lille prima dell’inizio del gioco era in gran parte gioviale, soprattutto intorno allo stadio, ma stranamente all’improvviso c’è stato un frenetico confronto per le strade della città che ha coinvolto i tifosi di entrambe le nazionali. Episodi più lievi sono avvenuti anche a Nizza, dove i fan locali hanno avuto a che fare con gli appassionati irlandesi e polacchi.

I combattimenti hanno oscurato le fasi iniziali di un torneo che i funzionari francesi speravano che fosse esclusivamente impostato sul calcio brillante. Il gol nel finale nell’incontro di apertura di venerdì, che ha visto la Francia vincere, è stato rapidamente guastato dagli eventi di sabato a Marsiglia, tanto da far pensare al ministro degli interni francese di vietare l’alcol nei pressi degli stadi.
Il ministro, Bernard Cazeneuve, ha invitato la polizia locale ad espellere “tutti i sostenitori stranieri che tengono un comportamento che disturba l’ordine pubblico” e ha affermato che la guerriglia a Marsiglia fosse stata “inaccettabile per le autorità, per la società e per gli amanti del calcio”.

Il controllo sulla violenza e la sicurezza dei fan non sembra che possano essere attuati in modo molto celere, anche se i giocatori hanno fatto del loro meglio per fornire momenti indimenticabili, tra cui il gol di Gareth Bale su punizione per il Galles, il gran gol al volo di Luka Modric e la finitura di Bastian Schweinsteiger a tempo scaduto.
Seppur questi obiettivi siano stati ottimi, l’attenzione maggiore ora si volgerà verso il nord della Francia con i trasferimenti dei tifosi russi e inglesi. L’ Inghilterra è destinata a incontrare giovedì il Galles a Lens, una città di circa 30.000 abitanti che, per le sue piccole dimensioni e per il previsto grande afflusso di visitatori, ha già istituito severe restrizioni sul consumo di alcol; la Russia invece è destinata ad incontrare nella notte di mercoledì la Slovacchia vicino a Lille.

Tags: , ,

Rispondi

Altre storie da- News

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.