Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

18 novembre 2017

Festival internazionale: la musica di Chopin all’aperto


Ormai alla sua terza edizione, il festival che vuole ravvivare i legami tra l’Ucraina e la Polonia, si sta proponendo come una tradizione.
L’evento, “La musica di Chopin all’aria aperta”, organizzato dallo storico e culturale complesso del castello-museo “Radomysl”, dall’Ambasciata di Polonia in Ucraina e dall’Istituto Polacco e piattaforma sociale di beneficenza “La gente aiuta le persone” di Kiev è stato ideologicamente ispirato da Olga Bogomolets, filantropo, famoso medico e cantante, oltre che fondatore del museo stesso ubicato nel Castello di Radomysl.

7photo3_1

Il nostro viaggio da Kiev alla regione di Zytomir, al nord dell’Ucraina, di 5 giorni fa, è stato un continuo controllo alle nuvole e all’acqua che in modo imperterrito sbatteva sull’auto, nessuno parlava, ma ognuno in cuor suo covava speranza; ma come si sa, l’arte ha un potere immenso:
nel momento in cui i primi suonatori si stavano accomodando ai loro posti sull’isola dell’Amore, posta nel parco secolare del castello, una lama di sole ha fatto capolino proprio nel punto in cui si doveva sviluppare l’evento.
La maratona musicale è iniziata con gli eccezionali musicisti della Filarmonica nazionale ucraina, tra cui Larysa Deordiieva e Inesa Poroshyna che si sono esibite in simbiosi con il diciassettenne pianista Yevhen Motorenko, del Concervatorio di Dortmund, per poi proseguire con i migliori studenti delle scuole musicali di Kiev e Zytomir.

Deordiieva ha aperto il programma e l’intero festival con il Grand Valse Brillante di Chopin, seguito da un pubblico affascinato dalla maestria di Motorenko.
Il giovane Motorenko ha sorpreso per il potere e la sensualità delle sue prestazioni, la sua dedizione è stata travolgente e affascinante, la finezza e la profondità della sua interpretazione hanno stupito tutti presenti. Yevhen, ha vinto numerosi concorsi internazionali e si è laureato alla scuola di musica Mykola Lysenko di Kiev. Le ovazioni e le grida di “bravo” hanno accompagnato ogni performance del giovane talento.
Ma il concerto all’aperto ha dilettato anche tutti i vip presenti, a partire da Henryk Litwin, l’ambasciatore della Polonia in Ucraina e gli ambasciatori del Giappone, Bulgaria, Moldavia e Turchia, come ospiti d’onore.

7photo2_0

È stata la festa della musica – ha espresso un commosso ambasciatore Henryk LitwinSono sicuro che il festival avrà fortuna e continuerà ogni estate. Ci sarà modo d’ascoltare i migliori pianisti del nostro tempo quando si sfideranno attorno alle note di Chopin”.
Olga Bogomolets ha ammesso che 20 anni fa a Varsavia, quando per la prima volta ha sentito le opere di Chopin eseguite all’aperto in un parco pubblico, lei era seduta sull’erba, ma da allora la sua anima non è più riuscita a dimenticare i concerti improvvisati e immersi nel verde.

Da quel momento ho sognato che il nostro paese avrebbe dovuto avere le brillanti opere di Chopin eseguite all’aperto, e da lì ho fatto nascere il festival. L’anno prossimo avremo l’evento in una scala ancora più grande. Vogliamo organizzare un girone di qualificazione attraverso tutte le scuole di musica e accademie ucraine, di modo che i vincitori possano esibirsi qui, a Radomysl. Quest’anno il nostro festival ha presentato una piattaforma sociale di beneficenza per l’assistenza alle famiglie delle vittime della zona ATO”.
L’eredità di Frederic Chopin è preziosa! Ci ha lasciato mazurche e polacche, etudes e valzer, notturni e preludi che sono amati in tutto il mondo. Come ben si sa la musica di Chopin è andata ben al di là della Polonia. È eseguita da grandi musicisti, come è utilizzata per la formazione di artisti alle prime armi – spiega Lesia Oliinyk, uno storico dell’arte – La musica di Chopin affascina gli ascoltatori per la sua spiritualità e l’eleganza, ma allo stesso tempo è patriottica, rivoluzionaria e romantica. Ricordo che anche durante la rivoluzione della dignità, in Piazza Maidan veniva suonata la grande musica del compositore e patriota polacco: il famoso Revolutionary Etude (Opus 10 n ° 12) aveva ispirato gli ucraini per la lotta contro il regime dittatoriale”.

22

La musica di Chopin in Ucraina è attualissima, considerato che il paese è alle prese con l’aggressione russa a est, e che i soldati nella zona ATO sacrificano la loro vita per difendere la patria.
La musica di Chopin all’aria aperta” ha una missione speciale: diffondere le opere del compositore, ma nel contempo rafforzare l’amicizia e i legami culturali tra i popoli polacco e ucraino che hanno molti anni di storia comune.
Il castello museo di Radomysl è un gioiello architettonico, storico e culturale della Polissia, costruito nel 1612 come fabbrica di carta da stampa della casa editrice Pechersk Lavra.

Il fulcro del castello è il suo museo delle “icone”, che contiene più di 5.000 oggetti d’arte cristiana dal 17° al 20 ° secolo. Le icone rappresentano momenti folk di pittori professionisti, iconostasi su larga scala, complessi Hutsul e arche cosacche, immagini di viaggio, icone intagliate in legno, cast di metallo e dipinte su vetro. La mostra “Anima dell’Ucraina” è la più ricca esposizione cristiana dell’Ucraina, e il più grande museo di icone in Europa orientale!

Tags: , ,

Rispondi

Altre storie da- Arte e Eventi

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.