Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

21 agosto 2018

Nuovi metodi di guerra russa


Il metropolita Onufrij di Kiev e di tutta l’Ucraina ha indetto un duplice Krestnyi Khod  –  processione della croce – attraverso il paese. La processione ha luogo in due percorsi paralleli, che a partire dai due più famosi santuari della Madre di Dio nell’est e nell’ovest dell’Ucraina, convergono sulla Lavra delle Grotte di Kiev. Fonti ufficiali ucraine però, hanno dato l’allarme che la Russia, con l’idea di sperimentare nuovi metodi di guerra, avesse inserito tra i “pellegrini che partecipano alla marcia dei sobillatori” pronti a scatenare violenti combattimenti una volta arrivati a Kiev.

La capitale ucraina quindi, per le prossime celebrazioni del Rus’ di Kiev del 28 luglio, s’aspetta provocazioni di massa aizzate da numerosi provocatori travestiti da pellegrini che stanno arrivando da due percorsi diversi, uno dalla città ucraina di Svyatogorsk Lavra nella regione di Donetsk, e da Pochaiv Lavra vicino a Leopoli. Secondo le fonti ufficiali, i servizi segreti russi, oltre che aver reclutato teppisti, hanno organizzato bande di provocatori e di estremisti travestiti da credenti ortodossi per destabilizzare la situazione in Ucraina con rivolte di massa.

400_250_1468253310-6107

I partecipanti alla “marcia religiosa” usano il noto nastro di san Giorgio – arancione e nero – così come le immagini dell’ultimo imperatore russo Nicola II. Lo speaker parlamentare ucraino, Andrij Parubij, insiste nell’affermare che la marcia è regolata e gestita dalle strutture del Patriarcato di Mosca e che costituisce una parte della cosiddetta guerra ibrida che la Russia sta conducendo contro l’Ucraina. I sospetti hanno avuto conferma dopo che i sacerdoti del Patriarcato di Mosca, che partecipano alla marcia, si sono rifiutati di commemorare i soldati ucraini uccisi nella zona ATO, mentre hanno benedetto quelli dei separatisti filo russi.
Il Cremlino ha già elaborato uno scenario per delle provocazioni il 26 luglio a Kiev. E, fatta eccezione per dei veri credenti che sono diretti a Kiev per celebrare l’anniversario della cristianizzazione, tra di loro ci sono numerosi provocatori ed estremisti, alcuni dei quali già identificati, che stanno utilizzando provocatoriamente i simboli proibiti del comunismo e della propaganda russa – ha spiegato lo speaker, Andrij Parubij.

Si noti che la “processione” della UOC MP è partita il 3 luglio da Svyatogorsk Lavra, nella regione di Donetsk, e il 9 luglio da Pochaiv Lavra, nella regione di Ternopil. L’arrivo a Kiev dei due percorsi è previsto per il 27 luglio, con una celebrazione comune, che si terrà sul colle di san Volodymir, vicino a Kiev, il giorno 28 luglio.

Tutti sono invitati a partecipare alla processione in misura delle loro capacità, a partire dai fedeli delle 12 eparchie ucraine attraversate dalle due processioni. Chiese e monasteri lungo il percorso si danno da fare per offrire ospitalità e cibo ai pellegrini, così come sono invitate a fare tutte le persone di buona volontà che incontreranno la processione.

Allegato: (video)

 

 

 

Tags: , ,

Rispondi

Altre storie da- News

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.