Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

19 novembre 2017

Serve un cambio di mentalità


Gli sforzi di riforma ucraini da ben più di due anni dopo che l’ex presidente Viktor Yanukovich è fuggito a Mosca, continuano a balbettare senza alcun risultato evidente: i problemi fondamentali dell’economia non sono stati ancora affrontati. Lo stato è ancora impantanato nel suo passato sovietico, mentre le forze populiste fanno promesse illusorie che si rivolgono alla mentalità sovietica di molti elettori. Il risultato è la corruzione, l’inefficienza, la mancanza d’investimenti e innovazione, lo stress di bilancio, l’inflazione e la stagnazione economica.

L’ucraina, per sperimentare la crescita e trasformare l’azione in prosperità, deve rompere radicalmente con il passato e con l’attuale mentalità populista e abbracciare politiche economiche di libero mercato. Tali politiche sono alla base di tutte le trasformazioni di successo che si sono verificate nelle società post-comuniste. In sostanza, ciò che è necessario è il riconoscimento del ruolo limitato dello Stato e l’accettazione che l’economia verrà guidata dalla responsabilità delle forze individuali.
Questo approccio richiede dei drammatici cambiamenti di molti dei sistemi fondamentali dell’economia. Per esempio, un cambiamento che è già stato adottato è il passaggio a prezzi di mercato del gas naturale – questa politica è fondamentale per razionalizzare il consumo di energia, stimolare nuovi investimenti ed eliminare la possibilità di corruzione possibile con un sistema a doppi prezzi. Tuttavia, una tale politica, manca del più ampio sostegno del pubblico ed è ampiamente sfruttata dai politici populisti che promettono di tornare alle passate politiche dei prezzi sovietici.

Health_16062016

Un’altra area in cui le politiche economiche di libero mercato possono essere di grande beneficio è la privatizzazione delle imprese statali – le economie di mercato in genere si scontrano con le entità di proprietà del governo che conducono attività economiche – la proprietà pubblica può portare all’uso altamente inefficiente e corrotto dei beni pubblici, strutture salariali gonfiate, investimenti inadeguati o mal indirizzati e mancanza d’innovazione. Questi sintomi sono evidenti in molte delle migliaia di aziende possedute dallo Stato. La soluzione di mercato è di privatizzare tutte le imprese che non sono parte del nucleo strategico dello Stato, ma anche qui il sostegno pubblico è carente e i politici populisti o corrotti continuano a sostenere il vecchio sistema sovietico.

L’approccio comunista o socialista suggerisce che lo Stato sia responsabile delle pensioni. Al contrario, un approccio al libero mercato, come viene eseguito in molti paesi occidentali, comporta una pensione minima garantita dallo Stato sulla base di un mezzo di sostentamento, così gli individui sono incoraggiati, attraverso agevolazioni fiscali e benefici occupazionali, a crearsi una pensione alternativa legata al risparmio privato. Questo approccio pone più responsabilità sull’individuo e fornisce un pool di risparmi privati che possono essere utilizzati per finanziare gli investimenti del settore privato. Il fondo pensione ucraino ha promesso benefici ben oltre la sua capacità e ora ha un deficit insostenibile. Un sistema di libero mercato, con un aumento dell’età d’ammissibilità, sarebbe un grande vantaggio per il paese.

Un altro settore dell’economia che ha bisogno di essere messo lontano dal pensiero comunista è l’assistenza sanitaria. Sulla base della pratica sovietica, tutti i servizi medici devono essere forniti gratuitamente da parte dello Stato. In pratica, il governo ucraino non ha i mezzi fiscali per mantenere questa promessa, e il sistema sanitario non può pagare adeguatamente i medici e gli altri operatori sanitari; di conseguenza, il sistema è pieno di corruzione: “contributi volontari” sono le richieste che si sentono chiedere coloro che hanno bisogno di servizi. Un sistema orientato al mercato avrebbe usato un approccio d’assicurazione sanitaria per fornire l’assistenza sanitaria. Le persone con un basso reddito vengono garantite con l’assicurazione di base dello Stato, mentre le altre per soddisfare le esigenze avrebbero pagato la loro assicurazione sanitaria. Gli ospedali e gli operatori sanitari dovrebbero quindi ricevere il finanziamento dei loro servizi attraverso un’assicurazione pubblica o privata di base. Questo costringerebbe il sistema a competere per i clienti migliorando il servizio, eventualmente eliminando i fornitori di bassa qualità.

ukraine-BAs-640x480

Approcci come quelli suddescritti basati sul mercato possono essere adottati in molti altri settori dell’economia, come in agricoltura, nell’istruzione superiore e nel trasporto. In tutti i casi, l’obiettivo è quello di fornire segnali di prezzo che consentano al mercato di funzionare correttamente. I bilanci pubblici sarebbero sollevati dallo schiacciante costo delle promesse impossibili; ma allo stesso tempo, le aree riformate opererebbero in modo più efficiente e con meno corruzione.
Purtroppo, nessun grande partito politico ha il coraggio di sconfessare apertamente il sistema sovietico e abbracciare una filosofia di libero mercato. Il nuovo partito dell’Alleanza Democratica ((approfondimento)) si appoggia nella giusta direzione, ma non ha una comprovata esperienza. Mentre continuano i decenni di dominio e di mentalità sovietica tali riforme sono molto difficili da introdurre, e ascoltare le voci vuote dei politici populisti vuol dire lasciare l’Ucraina impantanata nell’inefficienza, corruzione e stagnazione.

Tags: ,

Rispondi

Altre storie da- News

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.