Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

19 novembre 2017

Castellarte 2016: il Festival Internazionale degli Artisti di Strada


Al via l’edizione 2016 di Castellarte: clown, giocolieri, acrobati, dibattiti e incontri culturali per una tre giorni al “ritmo di festa”

Castellarte, il Festival Internazionale degli Artisti di Strada più importante del centro sud, torna, dal 29 al 31 luglio,  ad animare le vie e i vicoli di Mercogliano, in provincia di Avellino. Giunta alla XXIII edizione, la rassegna di quest’anno ruota intorno al ritmo e alla funzione socio-antropologica della festa. Il ritmo come vita, la festa come espressione di gioia e desiderio di pace, la strada come luogo di incontro e di dialogo, ieri come oggi, per i circa 60 mila partecipanti che puntualmente si danno appuntamento nel borgo campano.

Ritmo, emozioni ma anche tanto talento restano gli ingredienti principali delle esibizioni mozzafiato dei numerosi artisti di strada provenienti da tutto il mondo. Clown, acrobati, giocolieri, ma anche spettacoli di burlesque (per la prima volta al Festival) e molto altro accenderanno le strade e i vicoli di pietra bianca di Mercogliano, in uno scenario particolarmente suggestivo. Non mancheranno all’appuntamento estivo performance musicali, stand dedicati all’artigianato e alla cultura enogastronomica locale, così come attività e spettacoli esclusivamente pensati per un pubblico più giovane, i bambini.

Dal laboratorio di teatro-ragazzi degli israeliani Koom Koom Theater alla magia acrobatica del duo tedesco Elabö; dalla commistione tra clownerie, fuoco e acrobazia dei Creme & Brulée all’allegra stramberia circense dei Fivequartettrio; dalla vertiginosa giocoleria de I Nipoti di Bernardone alla clownerie surreale e contemporanea di Andrea Farnetani, vincitore del Pavè d’Or” al Festival de Artistes de Rue de Vevey 2014, fino a Fraser Hooper, clown vincitore delle Olimpiadi dell’arte di strada in Nuova Zelanda. Questi sono solo alcuni dei nomi dei principali artisti invitati ad esibirsi all’edizione 2016 di Castellarte.

Il Festival vuole essere un’occasione d’incontro anche tra diversi generi musicali ed ecco che la musica si fa varia e coinvolgente grazie agli spettacoli del trio di chitarre con percussionista I Poterìco, già semifinalista ad Italia’s got talent 2015; all’indole sociale e cantautorale de I Musicanti del Vento, già finalisti al Premio De André e in corsa per il palco del Primo Maggio a Roma; al folk-rock dei romani The Shak & Speares; al country-folk-punk dei partenopei Mexico86; al “power-gipsy-dance” dei fiorentini Baro Drom Orkestar; alla frenesia sonora degli ottoni della Bandragola Orkestar, nata dal cuore multietnico di Torino e da sempre in giro per il mondo; al crooner Antonio Sorgentone con la sua vena retrò che ricorda gli anni di Carosone e Buscaglione; e ai Fantasia Pura Italiana.

Un’occasione unica per divertirsi, incontrare e conoscere nuove culture, ma anche un momento per approfondire i concetti di festa, ritmo, corpo, danza e socialità, grazie all’intervento-spettacolo dell’antropologo Paolo Apolito.

! L’evento non prevede il pagamento di un biglietto di ingresso. Inoltre, per facilitarne la fruizione il Festival di quest’anno ha sviluppato un’app apposita, Castellarte Next Fest, da scaricare sul proprio smartphone.

Tags: , ,

Rispondi

Altre storie da- Arte e Eventi

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.