Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

18 novembre 2017

Putin cambia funzionari prima delle elezioni parlamentari


Vladimir Putin, oltre che aver cambiato l’ambasciatore russo in Ucraina sta rimescolando i funzionari regionali.
Il presidente russo Vladimir Putin, in vista delle elezioni parlamentari di settembre, sta cambiando d’ufficio agli alti ufficiali, anche se il Cremlino nega il collegamento tra i due eventi.
Si tratta di una regolare rotazione decisa dal capo dello Stato che, in alcuni casi, mira a migliorare l’efficacia, e in altri, sottolinea una situazione non soddisfacente – ha messo in chiaro il portavoce del presidente, Dmitry Peskov.

6d8599b6ccce4f94965888f355a58d76

Sette governatori, un ambasciatore e gli inviati presidenziali sono stati rimossi dai loro incarichi, nonché il capo del servizio doganale; ad almeno sei di loro sono stati dati lavori totalmente diversi.
Il sistema russo non prevede il licenziamento di nessun funzionario – spiega Ekaterina Schulmann, un analista politico – un dipendente, piuttosto che arrestarlo, è meglio dargli un altro posto. Quindi i funzionari vengono spostati da un posto all’altro come in un gioco. Questo è un processo complicato e talvolta, come in questo caso, è necessario cambiarne tanti tutti assieme”.
Alcuni sostengono che il rimpasto debba essere visto come un cambio generazionale, in quanto, sottolineano, gli alti funzionari dovrebbero essere giovani e ben disposti verso il potere.

Giovedì, il primo ministro Dmitry Medvedev, ha confermato le dimissioni di Andrei Belyaninov, l’ex capo del servizio doganale: questi è un ex agente del KGB che ha servito al fianco di Vladimir Putin nella Germania dell’Est nel 1980. Le dimissioni sono state accettate dopo che i servizi di sicurezza hanno scovato nel suo ufficio e in casa documenti che attestavano il suo coinvolgimento nel contrabbando di alcol, oltre che denaro in contante per circa 400 mila dollari. Belyaninov non è stato incriminato, è stato solo sostituito da Vladimir Bulavin. Bulavin, come ex vice capo del servizio di sicurezza FSB, ha sicuramente degli addentellati nei servizi di sicurezza russi. Un altro funzionario FSB è stato spostato a governare la regione di Kaliningrad. Kaliningrad è una exclave situata tra la Polonia e Lituania, questa è di rilevante importanza strategica per la Russia perché è la sede della base militare più occidentale del paese e della flotta del Mar Baltico.

iht-edkhodorkovsky-art-jumbo

Il portavoce del presidente ha reso noto che la nomina del personale ex-militare e di sicurezza, come i governatori delle due regioni di Kaliningrad e di Yaroslavl, fossero delle “scelte personali” di Vladimir Putin.
Il presidente ha dimostrato che si fida e che crede che queste siano le persone giuste con il potenziale adatto per far continuare lo sviluppo di queste regioni – ha dichiarato Dmitry Peskov.
Vladimir Putin si è a lungo circondato di gente dei servizi di sicurezza che hanno servito nel KGB.
La nomina di funzionari di sicurezza alle alte cariche statali è un tratto caratteristico del regime e ciò dimostra che la linea di comando è sempre la stessa, come lo era 15 anni fa.

Durante il rimpasto, il presidente Putin ha anche consolidato e inglobato il “Distretto Federale di Crimea” nel Distretto Federale Meridionale vedi. La Russia ha auto-annesso la Crimea dall’Ucraina nel 2014 – un passo che è condannato come una violazione del diritto internazionale.

Tags: , , ,

Rispondi

Altre storie da- News

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.