Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

14 dicembre 2018

Picasso Images: le opere, l’artista e il personaggio | Picasso


Al Museo dell’Ara Pacis 200 fotografie raccontano un Picasso inedito

C’è tempo fino al 19 febbraio per ammirare il pittore spagnolo in una veste insolita e inedita. Picasso Images racconta al Museo dell’Ara Pacis di Roma un artista a tutto tondo e lo fa non attraverso il tratto delle sue pennellate o i soggetti delle sue tele, bensì attraverso la lente dell’obiettivo di una fotocamera che lo immortala nei momenti più intimi della sua quotidianità, mentre lavora alle sue opere o mentre si presta a fare lui stesso da modello per nomi importanti della fotografia internazionale.

Sono circa duecento gli scatti esposti che, dai primi del Novecento al 1973, l’anno della sua morte, ripercorrono la vita e la carriera dell’uomo e di uno degli artisti più celebri al mondo e che meglio di altri ha saputo costruirsi una fama e una reputazione globale.

Sono tre le sezioni in cui si snocciola il percorso espositivo per provare a restituire al visitatore il rapporto dell’artista con la fotografia in ogni sua fase: dagli scatti amatoriali degli esordi, che lo aiutano a conoscere e a rappresentare meglio il mondo circostante, alle importanti collaborazioni con nomi del calibro di Brassai e Dora Maar, fino all’utilizzo del medium, negli ultimi anni, in chiave moderna, per alimentare e coltivare quello che oggi chiameremmo personal branding.

Molte delle foto in mostra provengono dall’archivio personale di Dora Maar, fotografa professionista, collaboratrice, musa e amante di Picasso. Sono gli anni Trenta e Quaranta, gli anni di Guernica e della sperimentazione della fotografia come mezzo per documentare le diverse fasi di lavorazione dell’opera al fine di capirne meglio la trasformazione. Gli anni di fruttuose collaborazioni con i maestri del rullino: tra gli altri nomi più importanti nel panorama fotografico internazionale spicca quello di Brassai, più di un fotografo e collaboratore, vero e proprio amico di Picasso. E come non citare il fotoreporter Robert Capa o l’illustratore Robert Doisneau. Sono gli anni delle copertine sulle principali riviste internazionali, gli anni di Life e Paris Match, gli anni della popolarità di massa, gli anni in cui è lui stesso a decidere la posa e a mettersi a nudo, letteralmente, di fronte all’obiettivo. Per mostrare un lato più intimo, per apparire uno fra tanti, nonostante la fama senza pari.

Info e prenotazioni

Museo dell’Ara Pacis
Via di Ripetta, 190 – Roma
Sito web: www.arapacis.it

Orari

Tutti i giorni dalle 9:30 alle 19:30.

Biglietti

Intero: 17 euro
Ridotto: 13 euro
! Il biglietto include la visita del Museo dell’Ara Pacis.

Tags: , , ,

Rispondi

Altre storie da- Arte e Eventi

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.