Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

18 novembre 2017

Come rovinare una vita | Russia


Ciascuno di noi potrebbe essere fermato dalla polizia, e tutti dovremmo anche predisporci ad una tale evenienza.

Lo scorso fine settimana, Pavel Yarilin, un membro del Consiglio municipale del distretto aeroportuale di Mosca e i suoi colleghi hanno trascorso diverse ore in una stazione di polizia per intercedere per il rilascio di alcuni giovani auditori di un programma di lezioni della Scuola Superiore di Economia della capitale.

Gli studenti, dopo aver lasciato le loro aule, sono stati portati nella stazione di polizia perché si sono trovati in mezzo ad una massiccia repressione delle forze dell’ordine contro i sostenitori di Vyacheslav Maltsev, il leader fuggitivo del movimento Artpodgovotka, vietato in Russia in seguito ad un ordine giudiziario. La polizia ha arrestato tutte le persone che si sono presentate per la “rivoluzione” annunciata da Maltsev per il 5 novembre 2017. Il numero totale dei detenuti ha superato le 400 persone.

Yarilin, in un dettagliato testo pubblicato sulla pagina di Facebook della comunità locale, ha enunciato le impressioni di ciò che ha assistito e le sue conclusioni, che provocatoricamente ha intitolato “essere pronti, è il momento di pensare se tuo figlio ha un’età compresa tra i 13 e i 25 anni”.

“Questo vale per qualsiasi persona che cammina per la strada. Qualsiasi individuo, incluso tuo figlio e anche te stesso, perché no? È un’inevitabilità casuale, quindi non dovresti aver paura. Dovresti solo prepararti all’eventualità che, se arrestato, devi comportarti nel modo giusto”, ha avvertito il consigliere.
La sua seconda conclusione: “Puoi anche venire coinvolto come testimone per un caso penale di un evento di cui non sai nulla”.
La sua terza conclusione è il risultato delle prime due, ed è destinata ai genitori di giovani adulti.

“Tuo figlio non deve necessariamente essere colpevole per finire dove è finito”, ha scritto.
Il numero dei commenti grati posti sotto l’accento di Yarilin, la quantità di ripubblicazioni e i like, hanno ben illustrato la pertinenza dei testi, che spiegano a coloro che sono appena diventati adulti, le regole non scritte della vita in Russia, nonché a coloro che per una qualunque ragione non hanno mai fatto mente locale su come le cose veramente funzionano o hanno ancora opinioni molto confuse.

“Uno è un po’ inorridito per il fatto che questo possa interessare direttamente tutti, eppure non ci sono regole assolute per difenderci, niente che sostiene fai così, e tutto andrà sicuramente bene” ha segnalato Yarilin.
Oggi non esiste una semplice e chiara ricetta per contrastare la totale vulnerabilità dei soggetti davanti allo stato. Ma se ancora non possiamo cambiare le circostanze, possiamo descriverle con precisione, definire le cose con i loro veri nomi e usare le parole nel loro senso originale.

I procedimenti per l’autorizzazione di un arresto illegale e inopportuno non possono essere chiamati un’audizione giudiziale, proprio come non si può definire un evento illegale quando i cittadini si distribuiscono per le strade in modo disarmato e pacifico. Non si può asserire di difendere il paese mentre se ne attacca un altro. Non puoi battezzare i cinque minuti di odio come se fosse una lezione di patriottismo e i veri patrioti definirli “agenti stranieri”. Non si può caratterizzare come partiti di opposizione quei gruppi parlamentari di “opposizione sistemica”, che ciecamente adottano leggi cannibalistiche e assurde e di conseguenza non godono di nessun potere, così come il loro lavoro non può essere identificato come politica.

L’unica cosa che oggi in Russia potrebbe essere denominata una campagna elettorale, nel senso che le elezioni implicano una vera lotta per il potere, un concorso di piattaforme e idee, è la campagna che Alexei Navalny ha esercitato nelle regioni; ma le autorità l’hanno colpita in qualsiasi modo possibile, a volte usando metodi assolutamente inaccettabili e illegali: hanno proibito reti di persone pacifiche che si scambiano semplici opinioni, hanno arrestato senza alcun motivo attivisti, prelevato i parenti degli attivisti dai loro posti di lavoro e costretto gli amministratori delle scuole a minacciare i bambini figli di attivisti.

Quindi, diventa naturale se aumenta il numero di persone che possono trarre vantaggio dal consiglio di Yarilin.

Tags: , , , , ,

Rispondi

Altre storie da- News

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.