Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

20 settembre 2018

attuazione

Gli accordi di Minsk portano a qualcosa? | Ucraina

Non è un segreto che la società ucraina ha un atteggiamento ambiguo verso la missione di vigilanza speciale per l’Ucraina dell’OSCE (SMM-OSCE). Alcune persone sottolineano un’indebita fedeltà degli osservatori verso i terroristi e un valutazione dell’aggressione russa in Ucraina orientale non sempre completa e obiettiva. Il ruolo degli osservatori russi, come parte del SMM-OSCE –

L’Ucraina e le forze ibride russe hanno deciso di ritirare le armi

Il 21 settembre, l’Ucraina e i gruppi ibridi filo russi hanno concordato di ritirare le truppe da tre villaggi in prima linea in Ucraina orientale. L’ultimo accordo sul ritiro delle truppe sarà meno elaborato del cessate il fuoco dello scorso anno, che si è rotto ancora prima di cominciare. Il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter

A cosa punta l’Occidente?

In questi giorni, seppur nel periodo delle feste pasquali ortodosse, sembra che l’Occidente, affinché l’Ucraina adempia gli obblighi derivanti dagli accordi di Minsk nel più breve tempo possibile, abbia ripreso a pressurizzarla. Nel frattempo, né la Russia – come firmataria – né la Russia, come supporto ai separatisti, non ha soddisfatto nemmeno le prime due

Dove ci conduce Obama?

La guerra nel Donbas non è solo un grande disastro per l’Ucraina, ma mette in una posizione scomoda sia l’Europa che gli Stati Uniti. Oggi, mentre i leader mondiali non possono fare nulla per impedire l’aggressione russa contro l’Ucraina, rimane sempre più attuale l’importante questione della pace nel mondo. A questo proposito, è da sottolineare

EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.