Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

15 dicembre 2017

Europa

Lituania: sostenitore numero uno dell’Ucraina | Ucraina

“All’Ucraina il piano Marshall potrebbe dare un nuovo impulso”, Ganna Gopko. Il Seimas lituano (parlamento), ha recentemente approvato un piano Marshall per l’Ucraina, in particolare si tratta di un prestito diluito in 10 anni di 50 miliardi di euro a partire dal 2018, come aiuto per le piccole e medie imprese. Ora, ci si aspetta

L’Ucraina si è preparata all’inverno | Ucraina

L’Ucraina sta entrando nella nuova stagione di riscaldamento con quasi 17 miliardi di metri cubi (mccm) di gas naturale immagazzinati nei suoi serbatoi sotterranei, secondo Ukrtransgaz, la consociata della società statale Naftogaz Ukrainy che si occupa prevalentemente del trasporto e dello stoccaggio del gas. I volumi stoccati sono maggiori di quelli che l’Ucraina aveva previsto

Il carbone dal Donbas occupato finisce in Polonia | Donbas

Mentre le centrali elettriche ucraine sono in carenza di combustibile, il carbone della sedicente Repubblica Popolare di Lugansk”(LNR), situata nella parte orientale del Donbas e controllata dalle forze ibride russe sorrette da Mosca, intrattiene delittuosi contatti commerciali con la Polonia, ha riportato il giornale polacco Dziennik. “Doncoaltrade”, un’impresa legata a Oleksandr Melnychuk, l’ex vice ministro

Come resistere alla “Schroederizzazione”? | Europa

Petro Poroshenko: “La Crimea non è un fatto compiuto. La tribuna di APCE non è stata preparata per emettere appelli in favore di transazioni di territori”. La lotta dell’Ucraina contro la Russia, che ha scatenato e sta portando avanti una guerra contro l’Ucraina, continua non solo militarmente nel Donbas, ma anche nell’arena diplomatica, informativa, politica,

La storia come arma | Ucraina

In questo autunno, tra non molto tempo, mentre il mondo annoterà il centenario della rivoluzione russa, i media internazionali cominceranno a propinare montagne di cose bolsceviche. Il pubblico si dovrà aspettare di tutto, a partire dalle anticipazioni delle novità cinematografiche sovietiche, ai taglienti op-ed propagandistici al posto dei poster del ventesimo secolo. In mezzo a

Tracce russe nel referendum catalano: un “primavera spagnola”? | Russia

 Il “Sì” all’indipendenza della Catalogna ha vinto con il 90,09% dei voti nel referendum degli scontri e della violenza. Al “No” il 7,87 per cento. L’affluenza alle urne è stata del 42,3%, secondo quanto ha reso noto il portavoce del governo locale, Jordi Turull. Più di due milioni di persone hanno espresso la loro preferenza.

L’Occidente deve far valere i suoi valori | Ucraina-Europa

Quattro anni fa, i rapporti tra l’Unione europea e la Russia non erano idilliaci, ma almeno si potevano definire funzionali. In pochi mesi, però, la Russia s’è “presa” illegalmente la Crimea ed è intervenuta militarmente nell’Ucraina orientale, spingendo le relazioni al punto più basso dalla fine della guerra fredda. Da allora, sono sempre più in

Germania: la principale sfida di Merkel | Germania

L’ascesa del partito AfD di estrema destra si è esaurita, il cancelliere ha pesci più grandi da friggere. Una vittoria è sempre una vittoria. La vittoria di Angela Merkel nell’elezione di domenica gli conferisce il quarto mandato di cancelliere tedesco e dovrebbe essere visto come un notevole successo – uno che pochi avrebbero previsto nel

Post più vecchi››
EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.