Vai a…

Ua-Time

Supplemento giornalistico web

Ua-Timesu Google+RSS Feed

18 luglio 2018

Moldavia

Ucraina: una fortezza assediata? | Ucraina

La crisi nei rapporti con la Polonia e il conflitto di lingua con la Romania e l’Ungheria peggiorano la posizione dell’Ucraina sulla scena internazionale. L’Ucraina è come una fortezza assediata: ha una guerra con la Russia, i rapporti viziati con la Polonia, Romania e Ungheria, cosa aspettarsi da Bielorussia e Moldavia? E con i leader

Moldavia: presidente in bilico | Moldavia

Il 20 ottobre, in seguito ad una richiesta del governo di riconsiderare l’articolo 98, paragrafo 6 della Costituzione, che copre il ruolo del presidente nella riorganizzazione governativa, la Corte Costituzionale della Moldavia ha temporaneamente sospeso il presidente del paese. La questione risale al 27 dicembre 2016, quando il neo eletto presidente Igor Dodon decise di

Moldavia: Dodon traccia un colpo di stato? | Moldavia

Il Ministero della Sicurezza Statale (MGB) della non riconosciuta Repubblica Moldava della Transnistria ha emesso un avvertimento per i residenti della parte sinistra del Dniester informandoli di “eventuali rivolte di massa e scontri in tutta la Moldavia dal 23 al 25 ​​settembre”. Il MGB ha dichiarato che “in questo momento sono in corso proteste politiche

Moldavia: poche visioni univoche | Moldavia

L’esercito nazionale della Moldavia, malgrado il divieto del presidente Igor Dodon, è arrivato in Ucraina per partecipare alle esercitazioni militari Rapid Trident -2017 [Rapid Trident è una esercitazione annuale e multinazionale che serve al ministro della difesa ucraino come prova di validità dei progressi del suo paese nel campo militare. Attualmente, gli esercizi sono in

Moldavia: una caotica politica estera  | Moldavia

Nelle ultime settimane, la Moldavia ha affrontato uno scandalo di politica estera dopo l’altro: in un modo più o meno grande sono state coinvolte le relazioni con la Russia, il Regno Unito, l’Unione europea, il Consiglio d’Europa, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) e perfino la Banca Mondiale. La controversa natura delle politiche nazionali del paese

Guam: quali prospettive? | Ucraina

“L’idea dei paesi membri d’impegnarsi in uno sforzo comune è auspicabile, e l’Ucraina, in quanto il leader regionale, dovrebbe esserne il driver”. Negli ultimi giorni marzo, su iniziativa dell’Ucraina, Kiev ha ospitato un vertice dell’Organizzazione Guam – Organizzazione regionale composta da Ucraina, Moldavia, Georgia, Azerbajan, per la democrazia e lo sviluppo economico “Организация за демократию

Moldavia: Igor Dodon e la sua visita al Cremlino | Moldavia

Proprio come promesso, il neo eletto presidente della Moldavia, Igor Dodon, ha fatto la sua prima uscita da capo di stato a Mosca. Dopo alcune ore di colloqui con Putin, Dodon ha rilasciato alcune dichiarazioni molto forti. In primis, ha riferito che la Moldavia, dalla sua firma dell’accordo di associazione con l’UE non aveva ricevuto

Il controllo degli armamenti nell’est d’Europa | Est Europa

Da quando la Russia è uscita dal Trattato sulle Forze Armate Convenzionali in Europa (CFE) nel 2007 e ha sospeso nel 2015 la sua partecipazione al Gruppo congiunto consultivo, che si occupa di questioni relative al rispetto di tale trattato, i negoziati sul controllo degli armamenti hanno avuto dei momenti difficili. Eppure, sorprendentemente, nel 2016

La Russia si è presa due alleati nell’Est d’Europa | Moldavia-Bulgaria

Domenica, portando a Mosca nuovi alleati che possono aiutare la Russia nei suoi sforzi per riguadagnare influenza in alcune parti dell’Europa orientale, due candidati filo-Putin sembra che si siano aggiudicate le elezioni presidenziali in Moldavia e Bulgaria, I due voti hanno schiacciato una forza: l’Unione Europea. Nella ex repubblica sovietica di Moldavia, durante il ballottaggio del secondo turno, il

I moldavi riusciranno a portare in porto la loro scelta europea? | Moldavia

Le elezioni presidenziali moldave, tenutesi il 30 ottobre, hanno visto il presidente del Partito socialista (PSRM) Igor Dodon, ricevere quasi il 49 per cento dei voti; il secondo posto è andato al leader del partito “Azione e Solidarietà”, Maia Sandu, con il 38 per cento. Ora, questi due candidati avranno un testa a testa in

Post più vecchi››
EnglishGermanItalianRussianUkrainian
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.